Cerca
  • Alessio Ferrari

UX e UI Design: Qual è la differenza?

Ti chiedi da tempo qual è la distinzione fra UX e UI? In realtà questo tema è molto importante e richiede alcune precisazioni, visto che spesso si tende a confondere la comunicazione fra gli utenti e l'azienda con quelle che sono le azioni specifiche dal punto di vista grafico.


Bisogna inoltre considerare che realizzare da zero un sito web oppure un'applicazione non è così semplice come si potrebbe immaginare. La questione si complica quando si tratta di creare qualcosa in grado di soddisfare appieno le richieste dei singoli utenti, oltre che dei committenti.


Lo studio della UX, così come della UI, implica quindi un certo impegno, ma prima dovrai avere ben chiare le differenze, per evitare ogni possibile errore di valutazione e portare al successo il tuo progetto online.

UX e UI, la differenza?

UX design: in cosa consiste?


Ti chiedi da tempo in cosa consiste la User Experience Design? Con questa dicitura vengono identificati tutti quei processi volti ad accrescere la soddisfazione degli utenti, in quanto in grado di migliorare la semplicità di navigazione, così da renderla maggiormente intuitiva. Questo termine è stato coniato dal noto psicologo Donald Norman per la prima volta negli anni '90. Lo studioso, in particolare, usava questa espressione per indicare gli aspetti che interessano l'interazione con un bene o un servizio.


Quando si parla di UX design, non si fa altro che prendere in considerazione le funzioni e gli elementi di un determinato sito o di un'applicazione. Lo scopo finale è quello di soddisfare al meglio il gradimento del pubblico. La disciplina è quindi piuttosto variegata e abbraccia numerosi settori, fra cui il marketing, il project management e persino la sfera psicologica.


Non dovrai mai trascurare l'importanza dell'UX design, anche perché da questo dipendono le impressioni degli utenti nel momento in cui fanno l'accesso per la prima volta in un sito. Quando la sensazione è positiva aumentano di conseguenza le probabilità di conversione.


In buona sostanza grazie all'UX design potrai essere guidato nella creazione di portali e siti web contraddistinti dalla semplicità e dalla praticità. Alla fine riuscirai ad ottenere una certa coerenza con le aspettative degli utenti. La disciplina ti porta dunque a migliorare nel complesso l'esperienza di navigazione.


Considera inoltre che la User Experience si rivela determinante in tantissime situazioni, specialmente per gli e-commerce, visto che supporta gli utilizzatori nel trovare le risposte che cercano in breve tempo. Ad esempio, pensa a quei consumatori che saranno messi in condizione di identificare i migliori prodotti, risolvere i problemi legati al caricamento degli ordini e chiedere in modo agevole tutte le informazioni necessarie.


Insomma, l'espressione User Experience include varie attività che incidono direttamente non solo sulla modalità di navigazione, ma anche sull'utilizzo delle applicazioni. Usabilità e architettura delle informazioni sono le principali voci che compongono la UX.


Non dimenticare inoltre che tutte le modifiche a livello grafico e di programmazione possono nei fatti rendere un prodotto web abbastanza piacevole e invitante per gli utenti. Ecco perché contano molto i fattori psicologici. Quest'ultimi, infatti, possono indurre o meno ad apprezzare e rifiutare un determinato elemento. Le persone che interagiscono con beni e servizi devono poter contare sull'intuitività.


Come puoi bene immaginare la UX gioca un ruolo abbastanza incisivo soprattutto durante i processi di acquisto, i quali potranno essere abbastanza immediati e portati a termine senza troppe complicazioni.


A questo proposito, hai pensato alle criticità che si verificano ogni volta che bisogna cliccare più volte per poter arrivare a completare un ordine? In queste situazioni buona parte dei consumatori tende ad abbandonare il sito per rivolgersi alla concorrenza.


Del resto, anche gli studi in merito all'usabilità hanno messo in luce che quando le attività vengono ottimizzate i clienti diventano maggiormente soddisfatti. Tutto ciò succede perché non saranno costretti a fare alcuna fatica durante il compimento delle varie operazioni.


In cosa consiste l'UI design?


La maniera in cui un determinato prodotto web si presenta agli occhi del pubblico, ovvero l'aspetto prettamente visivo, fa parte della UI design. Questa è la disciplina che include tutto ciò volto a migliorare l'interazione fra l'uomo e la navigazione, tenuto conto dello stile, della comunicazione e del brand.


La UI design abbraccia pertanto gli elementi che compongono l'interfaccia fra uomo e contenuto, come ad esempio il bottone per la call to action, il form o le finestre per inserire i dati. Tutto ciò deve essere realizzato in un'ottica quanto più possibile coerente e prevedibile, oltre che intuitiva, dal punto di vista degli utenti.


L'utilizzatore, pertanto, dovrà poter interagire restando in una posizione confortevole, ma ciò non è affatto scontato. Pensa infatti a quante volte ti sarà capitato di trovarti disorientato e non sapere come portare a termine una specifica azione su un sito web o un'applicazione.


Curando invece la UI design sarà più semplice prendere le migliori decisioni. Questa disciplina serve quindi a guidare nella scelta, ad esempio per ciò che attiene ai colori, che devono essere sempre molto accattivanti e gradevoli per gli utenti, ma non solo. La UI permette al contempo di collocare in modo opportuno gli elementi, i quali devono rimanere in posizione semplice da individuare con un colpo d'occhio, così da rendere il reperimento delle informazioni veloce e intuitivo.


Si precisa che navigando sul web potrai trovare numerosi tool gratuiti per l'UI design che ti permettono di spaziare fra un'ampia gamma di elementi visivi, come ad esempio font e icone.


Nel momento in cui modelli gli elementi visivi in maniera adeguata potrai aumentare le possibilità di conversione, perché riuscirai a guidare l'utente nel trovare quello che gli serve ma senza costringerlo a fare sforzi. Immagina infatti una landing page finalizzata all'acquisizione di lead. In queste situazioni i pulsanti devono essere reattivi rispetto alle interazione degli utenti, i quali dovranno usufruirne con la massima spontaneità.


L'importante lavoro dell'UX designer


Alla luce di quanto spiegato è normale chiedersi su cosa lavora in definitiva l'UX designer. Questo professionista non è un semplice artista ma ha un preciso obiettivo da svolgere e raggiungere, ciò quello di realizzare prodotti usabili che siano in grado di soddisfare appieno le aspettative dei clienti.


In altri termini l'UX designer non si occupa di inventare bisogni, ma è chiamato a studiare a fondo i problemi, così da trovare le soluzioni migliori. Quest'ultime dovranno funzionare e per questo l'UX designer cerca sempre di adottare metodologie efficaci, oltre che ampiamente testate.


In genere, quindi, realizza e disegna prodotti che sappiano rispondere a quelli che sono gli effettivi bisogni dei clienti. Naturalmente provvederà ad analizzare anche le scelte dei competitor, valutando bene i mercati, le potenzialità e le necessità. Tutte le meccaniche di utilizzo dei prodotti saranno sviluppate senza lasciare mai nulla al caso.


UI designer: le attività


Se l'UX provvede alla realizzazione della struttura, l'UI disegna fisicamente l'interfaccia di un prodotto, sempre tenendo conto del target di riferimento e degli obiettivi di business.


Più nello specifico, l'UI designer, in accordo con quanto viene definito dall'UX, cura la grafica del sito web o dell'applicazione, provvede in maniera approfondita al linguaggio legato alla grafica, pertanto costruisce i layout e li adatta alla situazione specifica.


UI e UX design: altre differenze


Da quanto emerso puoi ben capire come le attività dell'UI con quelle dell'UX siano strettamente intersecate fra loro. L'una dipende dall'altra. Una volta combinate danno vita a una nuova e unica entità, ovvero al sito o all'applicazione in questione, unitamente a tutto ciò che attiene all'utilizzo.


In sintesi è possibile affermare che la UX rappresenta l'esperienza che gli utenti vivono, il loro modo di pensare. La UI, invece, attiene all'interfaccia, dunque si pone fra l'oggetto e gli utilizzatori. Essa comprende le varie impostazioni che contribuiscono alla realizzazione della user experience intesa in senso ampio.


Mentre la UX riguarda la creazione del front end, l'UI design richiede più che altro abilità grafiche, attraverso le quali poter adeguare l'aspetto visivo a quanto desiderato dagli utenti, anche dal punto di vista psicologico per indirizzare le persone verso sensazioni positive.


UI e UX operano sempre in modo congiunto per poter rendere le applicazioni funzionali e attraenti esteticamente. Ecco perché quando curi un progetto web devi portare avanti aspetti differenti. Diversamente non potrai soddisfare le esigenze delle persone e lo scopo finale della conversione.


Ti potrà tornare utile un'analisi dei dati tramite Google Analytics. Così facendo potrai studiare i comportamenti delle persone per capire se c'è o meno corrispondenza con le funzionalità del sito. Non dimenticare inoltre di eseguire test per monitorare le varie applicazioni mano a mano che vengono modificati gli elementi funzionali e grafici.


Adesso che la distinzione fra UX e UI ti è più chiara, non resta che metterti al lavoro.


In mancanza di competenze in questo settore è sempre meglio non improvvisare e affidarsi a veri professionisti, in grado di offrirti soluzioni mirate, efficaci e in linea con quanto voluto dal pubblico. In questa maniera riuscirai a generare la conversione, ad esempio un acquisto oppure una registrazione.


#ux #uxdesign #uxui

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti